+39.06.888.18.800 info@ica.center

ITA | ENG

ARBITRATO ICA: I VANTAGGI

UNA SOLUZIONE SU MISURA PER LE IMPRESE

CHE OPERANO IN CONTESTI TRANSNAZIONALI

L’arbitrato I.C.A., pur potendosi applicare anche a controversie di diritto nazionale, è di natura internazionale.

L’obiettivo della International Chamber of Arbitration è quello di assicurare una rapida ed efficiente soluzione di controversie nate tra operatori societari e commerciali residenti in Paesi diversi e dunque astrattamente assorbibili in più ordinamenti.

La procedura arbitrale I.C.A. è redatta tenendo conto delle specifiche tipicità di una controversia commerciale di natura transnazionale, ossia che presenti elementi che trascendono il singolo ordinamento giuridico per la cittadinanza, la residenza, il domicilio o la sede delle parti e degli arbitri; per il luogo di esecuzione delle prestazioni contrattuali o il luogo in cui si è prodotto l’evento dannoso; per la legge applicabile al merito della controversia, la legge applicabile alla procedura; e così via.

Il Regolamento della Camera Arbitrale I.C.A. infatti affronta i peculiari profili derivanti dall’elemento transnazionale della controversia, proponendo soluzioni chiare ed efficaci.

Il Regolamento I.C.A. è stato redatto secondo le migliori e asseverate norme convenzionali a livello internazionale , approvate da Uncitral, la commissione sul diritto del commercio internazionale delle Nazioni Unite (ONU), che si propone di promuovere gli scambi e gli investimenti internazionali. (Approfondisci)

 

ARBITRATO FLESSIBILE PER LE ESIGENZE AZIENDALI

Le principali caratteristiche dell’arbitrato ICA ne fanno uno strumento di risoluzione delle controversie al contempo estremamente affidabile e adattabile alle circostanze concrete.
Abbiamo scelto di:

lasciare ampia libertà alle parti nella definizione delle “regole del gioco”,

prevedere procedure alternative e complementari- anche d’urgenza- in relazione alle concrete esigenze;

predeterminare la durata della procedura e l’assenza di formalismi.

LIBERTA’ DELLE PARTI

L’Arbitrato I.C.A. permette alle parti di:

1) scegliere la DISCIPLINA APPLICABILE al merito e al procedimento tra quelle in astratti adottabili in forza dei collegamenti ordinamentali riferibili;

2) scegliere la SEDE DELL’ARBITRATO, che può essere in Italia o all’Estero (ferma la facoltà degli Arbitri di prevedere che le udienze ed altri atti si svolgano in luogo diverso);

3) scegliere la LINGUA DELL’ARBITRATO;

PROCEDIMENTI ALTERNATIVI E COMPLEMENTARI

Come ulteriore elemento di convenienza, l’arbitrato I.C.A. mette a disposizione delle parti altri procedimenti alternativi e/o complementari al procedimento arbitrale ordinario, ove ritenuti più efficienti rispetto alla specifica controversia.

In particolare:

PROCEDIMENTO CAUTELARE

Il Tribunale Arbitrale può pronunciare provvedimenti cautelari, anche di contenuto anticipatorio, che non siano vietati da norme inderogabili applicabili al procedimento.

In ogni caso, salvo diverso accordo delle parti, gli Arbitri hanno il potere di adottare determinazioni di natura provvisoria, con efficacia vincolante per le parti sul piano negoziale. Questa precisazione è finalizzata a rendere le determinazioni di natura provvisoria emesse dal Tribunale arbitrale compatibili con l’articolo 818 del codice di procedura civile, visto che l’efficacia di tali determinazioni provvisorie sarebbe limitata al piano negoziale. In caso di inadempimento al provvedimento cautelare, la parte in favore della quale la misura è stata emessa potrà far valere la responsabilità contrattuale della parte inadempiente.

ARBITRO D’URGENZA

L’eventuale ricorso all’Arbitro d’Urgenza ha lo scopo di ottenere misure cautelari o provvisorie quando ancora gli Arbitri non si sono costituiti. La differenza con il rimedio cautelare di cui al punto precedente risiede nel fatto che l’Arbitro d’Urgenza consente alle parti di chiedere alla ICA la nomina di un Arbitro d’Urgenza per l’adozione dei provvedimenti e delle determinazioni latamente cautelari, prima della costituzione del detto Tribunale Arbitrale.

Per l’ipotesi dell’Arbitro d’Urgenza sono previsti una Tariffa ed un compenso specifico.

PROCEDURA ACCELLERATA

È possibile accedere ad una procedura semplificata con Arbitro Unico, che può essere applicata alla risoluzione di controversie di valore economico contenuto, permettendo così di rispettare la proporzione con il costo della risoluzione. Oltre a questa riduzione delle spese, il vero e proprio risparmio che consegue all’espletamento della Procedura Accelerata è la riduzione dei costi di assistenza legale, in considerazione della riduzione dei tempi, della semplificazione degli adempimenti formali e dell’attività che dovrà essere complessivamente svolta.

PECULIARITA' DELLA PROCEDURA ACCELLERATA

– Il Tribunale Arbitrale è composto in via ordinaria da un Arbitro Unico;

– La costituzione dell’Arbitro in Collegio Arbitrale avviene entro 15 giorni dalla data in cui ha ricevuto gli atti e i documenti trasmessi dalla Segreteria;

–  E’ predeterminato e fissato in 90 giorni il termine per la pronuncia del lodo finale da parte degli Arbitri, decorrenti dalla data della Costituzione del Tribunale Arbitrale;

– E’ improntato a minori formalità per un procedimento più rapido.

COSA SERVE PER ACCEDERE AD UN ARBITRATO

PRESSO LA INTERNATIONAL CHAMBER OF ARBITRATION

PER OGNI INFORMAZIONE E CHIARIMENTO PUOI CONTATTARCI COMPILANDO IL FORM E SAREMO LIETI DI RISPONDERE AD OGNI DOMANDA

 

Contattaci

Consenso informato

ABOUT I.C.A.

CONTACTS

  • Via Santamaura n. 46 – 00192 ROMA
  • T. +39. 06.888.18.800
  • info@ica.center