+39.06.888.18.800 info@ica.center

ITA | ENG

ARBITRATO ICA: CLAUSOLE ARBITRALI

Accedere ad una procedura arbitrale ICA è molto semplice ed è possibile seguendo diverse strade:

1) Inserendo nel contratto societario e/o commerciale e in qualsiasi altri tipo di contratto la clausola compromissoria ICA;

2) Stipulando un contratto o un compromesso ad hoc;

3)  Stipulando una convenzione relativa a materia non contrattuale;

4) Presentando una istanza di richiesta di adesione di controparte, o delle controparti, all’applicazione del Regolamento Arbitrale presso la Camera arbitrale ICA

In questa pagina puoi scaricare i Modelli di Clausole o Accordi pertinenti in base alle scelta della tipologia di Arbitrato

Clausola arbitrale

Tutte le controversie, anche di natura non contrattuale, derivanti dal presente atto, comprese quelle relative alla sua validità, esecuzione, interpretazione e risoluzione, e comunque ad esso collegate e/o dipendenti, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere e accettare interamente, da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i in conformità a tale Regolamento

Arbitrati societari

Tutte le controversie aventi ad oggetto rapporti sociali, comprese quelle relative alla validità delle delibere assembleari, promosse da o contro i soci, da o contro la società, da o contro gli amministratori, da o contro i sindaci, da o contro i liquidatori, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere e accettare interamente.  Il Tribunale Arbitrale sarà composto da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i dalla Camera Arbitrale. L’arbitrato sarà rituale e gli arbitri decideranno secondo diritto

Clausola Multistep – Mediazione e Arbitrato **

Ogni e qualsiasi controversia, anche di natura non contrattuale, dovesse insorgere o essere collegata direttamente o indirettamente in merito all’interpretazione, validità, efficacia, esecuzione o risoluzione del presente atto verrà sottoposta ad un preliminare tentativo di conciliazione in base al D. Lgs. 4 marzo 2010 n. 28 e D.M. 18 ottobre 2010 n. 180 e successive integrazioni e modifiche. All’uopo le parti, sin d’ora di comune accordo, designano quale soggetto incaricato di espletare la procedura di mediazione, l’Organismo “Primavera Forense”, iscritto presso il Ministero della Giustizia al n. 322 del Registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione di cui al D. Lgs. 28/2010 e successive integrazioni e modifiche.

A tal proposito le parti si impegnano a ricorrere al tentativo di conciliazione così come ivi stabilito prima di iniziare qualsiasi procedimento giudiziale o arbitrale.

La sede della mediazione sarà Roma.

Ove l’Organismo “Primavera Forense” scelto dovesse essere sospeso o cancellato dal Registro ministeriale, il tentativo di conciliazione si svolgerà dinanzi l’organismo di mediazione scelto di comune accordo dalle parti o, in mancanza di accordo, dal Presidente del Tribunale competente a conoscere della controversia.

La scelta ad opera di una delle parti del presente contratto di un organismo di mediazione diverso dall’Organismo di Mediazione “Primavera Forense”, o da quello individuato in caso di sospensione o cancellazione dal Registro ministeriale, costituirà per l’altra parte giustificato motivo di mancata partecipazione al tentativo di conciliazione.

In caso di esito negativo del tentativo di conciliazione, o comunque se la controversia non dovesse essere risolta entro il termine di (90) giorni dal deposito dell’istanza di mediazione, la questione sarà risolta mediante* una procedura arbitrale – secondo il Regolamento Arbitrale della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente.

Il Tribunale Arbitrale sarà composto da un arbitro unico (oppure da un collegio di tre arbitri) nominato(i) secondo il Regolamento arbitrale di cui sopra.

La decisione arbitrale sarà presa secondo diritto (o secondo equità).

La sede dell’arbitrato sarà ………….

L’arbitrato sarà svolto in lingua…………………………..

La decisione dell’arbitro (o degli arbitri) sarà vincolante per le parti

 

*(Oppure …“mediante arbitrato, in particolare nelle forme della Procedura Accelerata, secondo il Regolamento della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, richiamato con tutte le sue Appendici, i suoi Allegati ed ogni atto comunque collegato e/o connesso, che le parti dichiarano di conoscere e accettare interamente, da un arbitro unico, nominato in conformità a tale Regolamento”)

Clausola per arbitrati c.d. internazionali

Tutte le controversie derivanti dal presente atto, anche di natura non contrattuale, relative o connesse allo stesso, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento Arbitrale della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente, da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i in conformità a tale Regolamento e saranno amministrati dalla International Chamber of Arbitration. Il Tribunale Arbitrale giudicherà secondo la legge … / secondo equità. La sede dell’arbitrato sarà … La lingua dell’arbitrato sarà …

Clausola per arbitrati irrituali

Tutte le controversie derivanti dal presente atto, relative o connesse allo stesso, saranno risolte mediante arbitrato secondo il Regolamento Arbitrale della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente, da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i in conformità a tale Regolamento. In deroga all’art. 824 bis c.p.c. le parti convengono che la controversia sia definita dagli arbitri mediante determinazione contrattuale

Compromesso Arbitrale

I sottoscritti …… e ……, premesso che tra loro è insorta una controversia avente ad oggetto ………………………………., convengono che tale controversia sarà risolta mediante arbitrato secondo il Regolamento Arbitrale della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente. Il Tribunale Arbitrale sarà composto da un arbitro unico/tre arbitri, nominato/i in conformità a tale Regolamento.

Data Firme

Clausole per arbitrati secondo il Regolamento UNCITRAL

A. Modello di clausola per arbitrato UNCITRAL per designare I.C.A. come autorità di nomina e avvalersi dei suoi servizi:

Tutte le divergenze, controversie o pretese derivanti dal presente contratto o in relazione allo stesso o alla sua violazione, conclusione o invalidità saranno risolte mediante arbitrato in base al Regolamento di Arbitrato UNCITRAL. La International Chamber of Arbitration sarà l’Autorità di Nomina e presterà i propri servizi in base alla Procedura per i casi secondo il Regolamento di Arbitrato UNCITRAL, reperibile sul sito www.ica.center, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente

B. Modello di clausola per arbitrato UNCITRAL per designare I.C.A. come autorità di nomina:

Tutte le divergenze, controversie o pretese derivanti dal presente contratto o in relazione allo stesso o alla sua violazione, conclusione o invalidità saranno risolte mediante arbitrato in base al Regolamento di Arbitrato UNCITRAL.

La International Chamber of Arbitration sarà l’Autorità di Nomina

C. Modello di clausola per arbitrato UNCITRAL per avvalersi dei servizi I.C.A.:

Tutte le divergenze, controversie o pretese derivanti dal presente contratto o in relazione allo stesso o alla sua violazione, conclusione o invalidità saranno risolte mediante arbitrato in base al Regolamento di Arbitrato UNCITRAL.

L’Autorità di Nomina sarà…

La International Chamber of Arbitration presterà i propri servizi in base alla Procedura per i casi secondo il Regolamento di Arbitrato UNCITRAL, reperibile sul sito www.ica.center che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente

PROCEDURA ACCELERATA

 Clausola arbitrale

Tutte le controversie, anche di natura non contrattuale, derivanti dal presente atto, comprese quelle relative alla sua validità, esecuzione, interpretazione e risoluzione, e comunque ad esso collegate e/o dipendenti, saranno risolte mediante arbitrato, in particolare nelle forme della Procedura Accelerata, secondo il Regolamento della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, richiamato con tutte le sue Appendici, i suoi Allegati ed ogni atto comunque collegato e/o connesso, che le parti dichiarano di conoscere e accettare interamente, da un arbitro unico, nominato in conformità a tale Regolamento

PROCEDURA ACCELERATA

Compromesso Arbitrale

I sottoscritti …… e …… premesso che tra loro è insorta una controversia avente ad oggetto ………………………………. convengono che tale controversia sarà risolta mediante arbitrato, in particolare nelle forme della Procedura Accelerata, secondo il Regolamento Arbitrale della International Chamber of Arbitration, reperibile sul sito www.ica.center, richiamato con tutte le sue Appendici, i suoi Allegati ed ogni atto comunque collegato e/o connesso, che le parti dichiarano di conoscere ed accettare interamente. Il Tribunale Arbitrale sarà composto da un arbitro unico, nominato in conformità a tale Regolamento.

Data Firme

DOMANDA DI ARBITRATO

Dati della Parte Attrice:

  • nome/denominazione, indirizzo/sede legale, in persona di (qualifica e nominativo).
  • rappresentata e difesa da (nominativo dei difensori), giusta procura[1] in calce/a margine/allegata alla presente domanda, presso il cui studio in (indirizzo), elegge domicilio ai fini del presente procedimento.

espone quanto segue

Caratteri generali della controversia:

  • indicazione del nome/denominazione e dell’indirizzo/sede legale del convenuto;
  • descrizione della controversia e delle domande con l’indicazione del relativo valore economico;
  • indicazione della convenzione arbitrale, (in tal caso l’atto che la contiene dovrà essere necessariamente allegato);
  • eventuale indicazione dei mezzi di prova richiesti a sostegno della domanda e ogni documento che la parte ritenga utile allegare;
  • eventuali indicazioni sulle norme applicabili al procedimento, sulle norme applicabili al merito della controversia, eventuali precisazioni sulla natura rituale o irrituale della controversia, ovvero sulla pronuncia secondo diritto/equità, sulla sede e sulla lingua dell’arbitrato.

ciò premesso, la Parte Attrice

Atto di nomina di arbitro in caso di Arbitro Unico (da inserire solo in caso di richiesta di Arbitro Unico)

chiede

che il Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration nomini, ai sensi dell’art. 13.2 del Regolamento Arbitrale, in forza dell’accordo arbitrale, l’Arbitro Unico, il quale decida (in via rituale/irrituale, secondo diritto/equità), accogliendo le seguenti conclusioni:

oppure

Atto di nomina di arbitro in caso di Collegio Arbitrale (da inserire solo in caso di richiesta di nomina del terzo Arbitro al Consiglio Arbitrale)

nomina

ai sensi dell’art. 13.4 del Regolamento, quale arbitro (qualifica e nominativo) con studio in (città, indirizzo, telefono, fax, e-mail), formulando istanza al Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration affinché nomini, in forza dell’accordo arbitrale, il terzo arbitro con funzioni di Presidente del Tribunale Arbitrale.

 in alternativa (da inserire solo in caso di richiesta di nomina del terzo Arbitro agli stessi Arbitri designati dalle parti)

 conferendo espressamente, in forza dell’accordo arbitrale, all’arbitro dalla medesima designato il potere di procedere di comune accordo con l’arbitro designato dalla controparte alla nomina del terzo arbitro, con funzioni di presidente del collegio arbitrale. Nel caso in cui gli arbitri così designati non vi provvedano, entro il termine assegnato dalla Segreteria, il Presidente sarà nominato dal Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration.

chiede

che il costituendo Collegio Arbitrale decida in via rituale/irrituale, secondo diritto/equità, accogliendo le seguenti conclusioni:

chiede

alla Segreteria della International Chamber of Arbitration di trasmettere la presente domanda di arbitrato alla controparte.

Si producono i seguenti documenti (ad es. copia dell’atto contenente l’accordo arbitrale).

Luogo, li gg/mm/aaaa

Firma della parte e/o del difensore (se munito di idonea procura alle liti).

 

[1] La parte può stare in giudizio personalmente senza l’aiuto di un legale oppure può scegliere di essere rappresentata e difesa da un procuratore. In quest’ultimo caso la parte dovrà rilasciare al medesimo apposita procura.

MEMORIA DI RISPOSTA

Dati della Parte Convenuta:

  • nome/denominazione, indirizzo/sede legale, in persona di (qualifica e nominativo).
  • rappresentata e difesa da (nominativo dei difensori), giusta procura[1] in calce/a margine/allegata alla presente, presso il cui studio in (indirizzo), elegge domicilio ai fini del presente procedimento.

espone quanto segue

  • esposizione delle ragioni della difesa;
  • eventuali domande riconvenzionali e relativo valore economico;
  • eventuale indicazione dei mezzi di prova richiesti a sostegno della risposta e ogni documento che la parte ritenga utile allegare;
  • eventuali indicazioni sulle norme applicabili al procedimento, sulle norme applicabili al merito della controversia, eventuali precisazioni sulla natura rituale o irrituale della controversia, ovvero sulla pronuncia secondo diritto/equità, sulla sede e sulla lingua dell’arbitrato.

ciò premesso, la Parte Convenuta

Atto di nomina di arbitro in caso di Arbitro Unico (da inserire  solo in caso di richiesta di Arbitro Unico)

chiede

che il Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration nomini, ai sensi dell’art. 13.2 del Regolamento Arbitrale, in forza dell’accordo arbitrale, l’Arbitro Unico, il quale decida (in via rituale/irrituale, secondo diritto/equità), accogliendo le seguenti conclusioni:

oppure

Atto di nomina di arbitro in caso di Collegio Arbitrale (da inserire solo in caso di richiesta di nomina del terzo Arbitro al Consiglio Arbitrale)

nomina

ai sensi dell’art. 13.4 del Regolamento, quale arbitro (qualifica e nominativo) con studio in (città, indirizzo, telefono, fax, e-mail), formulando istanza al Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration affinché nomini, in forza dell’accordo arbitrale, il terzo arbitro con funzioni di Presidente del Tribunale Arbitrale.

 in alternativa (da inserire solo in caso di richiesta di nomina del terzo Arbitro agli stessi Arbitri designati dalle parti)

conferendo espressamente, in forza dell’accordo arbitrale, all’arbitro dalla medesima designato il potere di procedere di comune accordo con l’arbitro designato dalla controparte alla nomina del terzo arbitro, con funzioni di presidente del collegio arbitrale. Nel caso in cui gli arbitri così designati non vi provvedano, entro il termine assegnato dalla Segreteria, il Presidente sarà nominato dal Consiglio Arbitrale della International Chamber of Arbitration.

chiede

che il costituendo Collegio Arbitrale decida in via rituale/irrituale, secondo diritto/equità, accogliendo le seguenti conclusioni:

chiede

alla Segreteria della International Chamber of Arbitration di trasmettere la presente memoria di risposta alla controparte.

Si producono i seguenti documenti:

Luogo, li gg/mm/aaaa

Firma della parte e/o del difensore (se munito di idonea procura alle liti).

[1] La parte può stare in giudizio personalmente senza l’aiuto di un legale oppure può scegliere di essere rappresentata e difesa da un procuratore. In quest’ultimo caso la parte dovrà rilasciare al medesimo apposita procura.

Contattaci

Consenso informato

ABOUT I.C.A.

CONTACTS

  • Via Santamaura n. 46 – 00192 ROMA
  • T. +39. 06.888.18.800
  • info@ica.center